Castello di Grinzane Cavour: le mie nozze da favola

0
135

Ci siamo sposati il 4 settembre 2010, e ricordo tutto come se fosse ieri… Si lo so che questo non è un sito che parla di location per matrimoni, ma volevo parlare del luogo in cui mi sono sposata, il castello da favola in cui ho realizzato il mio sogno: il castello di Grinzane Cavour.

Immerso nei lussureggianti vigneti della Langa, in uno scenario suggestivo a pochi km da Alba, l’imponente maniero medievale risale alla prima metà del XI secolo, ma così come lo vediamo oggi è il risultato di diversi maneggiamenti e restauri, in primis quello del 1960, realizzato in occasione dei cento anni dell’Unità d’Italia.


A pianta trapezoidale, con una torre centrale e altre torrette più piccole, e quattro corpi che si affacciano su un cortile interno rialzato.

Le nostre nozze, civili, sono state celebrate nella bellissima sala consiliare. L’aperitivo è stato servito sul belvedere, uno spazio ampio da cui si godeva una vista magnifica sui vigneti a perdita d’occhio… Dopo la cerimonia ci siamo spostati nell’adiacente ristorante dove avevamo mangiato divinamente i piatti tipici dlla cucina albese cucinati con maestria, accompagnati dai migliori vini della zona, provenienti dall’Enoteca regionale Piemontese Cavour che ha sede nel Castello dal 1967.

Tutti i nostri ospiti sono rimasti affascinati da questa struttura davvero notevole, ben conservata e sapientemente restaurata. La sera ci siamo spostati nel Salone delle Maschere, che colpisce per il suo soffitto cinquecentesco a cassettoni decorato con figure di animali, ritratti e stemmi araldici.

Nel castello si trova anche il Museo Etnografico – dove si possono ammirare allestimenti sul Tartufo, oggetti rari dell’enogastronomia locale, ambientazione della cucina albese del ‘600 e dell’800, distilleria del ‘700, bottega del bottaio, oggetti dei contadini – e il Museo di Cavour, dove è esposta la camera da letto originale di Cavour (che vi abitò quando era sindaco, tra il 1832 e il 1849) e altri suoi cimeli come manoscritti e la fascia tricolore da Sindaco.

Anche se non dovete sposarvi, vi consiglio vivamente una visita a questo magnifico castello, e se avete un anniversario o un evento importante da festeggiare, non fatevi scappare l’occasione di cenare nel ristorante dove respirerete un’atmosfera medievale mangiando deliziosamente. Garantisco io.