Cascia, Santa Rita e gli edifici medievali

0
194


Cascia è una cittadina umbra, in provincia di Perugia. La storia di questa città risale all’epoca romana ma, come grande parte delle città umbre, è durante il Medioevo che Cascia conosce il periodo di massimo splendore. Inizialmente sotto la dominazione delle signoria folignate, passò poi sotto il dominio di Federico II di Svevia, e successivamente fu contesa, senza successo, dalle vicine città di Norcia, Leonessa e Spoleto.

Solo alle soglie del 1500, Cascia si arrese allo Stato Pontificio sotto il cui dominio rimase per meno di trent’anni. Da quel momento in poi mantenne sempre la propria indipendenza.

Parlando di Cascia non si può non citare Santa Rita, la suora, beatificata nel 1900, che visse tra il 1381 e il 1457. Oggi la Santa, conosciuta come dispensatrice di grazie, è venerata in tutto il mondo e moltissima gente si reca ogni anno in pellegrinaggio durante le Celebrazioni Ritiane – Santa Rita da Cascia al Santuario a lei consacrato.

Nella città ci sono molti interessanti capolavori di architettura medievale: la chiesa gotica di San Francesco, che si distingue per la bellezza del rosone e del suo portone ogivale, la chiesa di S. Antonio Abate – risalente al 1400 ma ristrutturata e modificata in epoca barocca – al cui interno custodisce un ciclo di tele sulla storia del Santo.

La collegiata di Santa Maria, originario dell’epoca longobarda, è uno degli edifici più antichi di tutta la città, anche se, a causa dei danni riportati nei terremoti da sempre frequenti in queste zone, è stato notevolmente modificato. Al suo interno si trovano notevoli opere d’arte come il Crocifisso ligneo del 1400.

Di epoca gotica, la chiesa di S.Agostino presenta al suo interno stupendi esempi di affreschi di scuola umbra e perugina.
Di notevole interesse storico e religioso sono la basilica e il monastero di S. Rita, veri e propri centri religiosi di fama mondiale.
Infine, Palazzo Carli che è forse l’esempio più rappresentativo dell’architettura civile della città.