Baveno, l’ultimo lembo sul Lago Maggiore

0
165


Baveno o Bavèn per i lombardi e piemontesi è una graziosa ed elegante località turistica della provincia del Verbano Cusio Ossola, con poco più di 4.800 abitanti, situata sulla sponda occidentale del Lago Maggiore e con vista sulle isole Borromee. Molto conosciuta per le acque oligominerali e per l’estrazione del granito rosa, pietra esportata in tutto il mondo.

Un paese di origini antiche che detiene molte tra le ville più belle della regione, a testimonianza della sua popolarità come luogo di villeggiatura già dall’inizio del XVIII sec.

Possiamo citare la rosseggiante villa Henfrey-Branca che ospitò la regina Vittoria e ancora villa Fedora, che appartenne al famoso compositore Umberto Giordano. Nella piazza della Chiesa sorge il battistero ottogonale, di origine paleocristiana anche se rimaneggiato successivamente.

Nella chiesa parrocchiale dei Ss Gervasio e Protasio, si possono ammirare un crocifisso del XV sec. e affreschi romanici e trecenteschi. Poco oltre il borgo di Feriolo ha inizio la Riserva naturale speciale Fondo Toce che tutela l’ultima striscia di canneto naturale lungo la sponda del Lago Maggiore.