Rocchetta Nervina, borgo della Val Nervia | Italiaviaggi.biz

Rocchetta Nervina, borgo della Val Nervia

Home » Borghi in Italia » Rocchetta Nervina, borgo della Val Nervia

Pubblicato da Italiaviaggi il 20 giugno 2012 Non ci sono commenti

è un borgo medievale ligure, in provincia di , situato nella Val Nervia, sul pendio del monte Terca ad un’altitudine di 235 metri dal livello del mare.

Rocchetta Nervina


Il territorio di Rocchetta Nervina si estende per una superficie di 15,04 kmq con meno di 300 abitanti. Per l’altitudine non troppo elevata e la vicinanza alla costa, Rocchetta Nervina presenta i benefici climatici della Riviera, in un ambiente tranquillo e silenzioso, ancora circondato dalla natura.
Il centro abitato rimanda a tempi lontani, caratterizzato dai caruggi liguri, le tipiche viuzze strette della regione, e da vecchie case in pietra; fiore all’occhiello, un bel ponte a schiena d’asino di epoca romana.
L’economia del borgo è basata sull’olivicoltura, sulla floricoltura e sulla viticoltura, che contribuiscono a creare un’atmosfera semplice e genuina.
Per chi ama le passeggiate in tranquillità, oltre a una visita a piedi nel centro storico sono possibili una grande varietà di escursioni a piedi verso i borghi vicini o nei circuiti naturalistici tra l’Alta Via dei Monti Liguri e il sentiero Balcone, che collega Sanremo con Mentone e Nizza, riposando nei rifugi aperti e custoditi a disposizione dei turisti.

Un pò di storia
Le origini del borgo sembrano risalire all’epoca pre-romana, come dimostrano alcuni reperti dell’epoca ritrovati sul monte Abellio, monte che deve il nome al dio onorato dalle popolazioni celtiche e liguri, originarie del luogo. In epoca romana il paese visse un periodo di fiorente economia, grazie al commercio e alla produzione agricola dei servi e dei coloni. Sono state anche ritrovate alcune monete romane di varie epoche con l’effige di imperatori romani come Gordiano II e Gordiano III.
Di Rocchetta Nervina si hanno le prime informazioni scritte in un manoscritto medievale del 1186, dove è menzionato il borgo di Castrum Barbairae, in occasione di una ribellione degli abitanti contro il signore del luogo, Enrichetto dei conti di Ventimiglia.
Dal 1348 al 1378 il borgo fu teatro di rappresaglie, incendi e conflitti tra la famiglia genovese Doria, signori della vicina Dolceacqua, e gli abitanti di Rocchetta.
Nel XV secolo i Savoia ripristinarono la pace; nel 1559 Rocchetta divenne feudo dei Doria, divenuti vassalli dei Savoia, e in seguito, nel 1732, dei Perrucca.
Nel XVIII secolo il borgo divenne comune libero della Repubblica Ligure.

Cosa vedere a Rocchetta Nervina

  • La Chiesa parrocchiale di Santo Stefano. Di origine cinquecentesca è stata rimaneggiata in seguito in stile barocco.
  • L’Oratorio della Santissima Annunziata.
  • Varie architetture militari
  • I ruderi del castello comitale, costruito dalla famiglia Doria.

Feste e tradizioni a Rocchetta Nervina

  • Torneo del Balun, pallone elastico, un’attività molto seguita e diffusa nell’entroterra della Val Nervia
  • Il Festival delle Fiabe – dal 15 al 20 agosto, una rivisitazione, di fiabe antiche da parte di residenti e turisti che sfilano per le vie del paese
  • La Festa della Madonna – 2 settembre. Secondo la leggenda, vuole  la Madonna salvò il borgo dall’attacco dei Saraceni
  • La Festa patronale di Santo Stefano – 26 dicembre
Scalea
Balestrino, antico borgo ligure abbandonato
Castelsardo: cestini, aragoste e... elefanti!
Orta san Giulio, una cartolina silenziosa
Bussana Vecchia: il Villaggio Internazionale degli Artisti
Bojano, borgo molisano delle chiese e delle mozzarelle

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Rocchetta Nervina, borgo della Val Nervia - 20/06/2012 - Italiaviaggi