Bau Bau Village, per chi va in vacanza con gli amici quattrozampe

5
206

Parlare di stabilimenti balneari fa tanto “Sapore di mare”, ma non posso assolutamente tralasciare di descrivere un lido scoperto quasi per caso l’estate scorsa, soprattutto a favore di chi, come me, possiede un amico a quattro zampe.

Bau Bau Village


Settembre 2009. La mia amica Mina, i suoi due figli, la sua cagnolina Kelly e io decidiamo di trascorrere un weekend al mare. Optiamo per Varazze, in Liguria, distante un paio d’ore d’auto. Scegliamo un albergo economico che accetta animali e che, stando alla descrizione sul sito web, possiede una spiaggia convenzionata. Tralasciando la posizione infelice dell’albergo (posizione tranquilla=adiacente autostrada e lontano dai centri abitati), ci accorgiamo presto che benché i cani siano ben accetti in molti hotel, non si può dire altrettanto per le spiagge! La spiaggia dell’albergo non li ammetteva, e lasciare una shitzu agguerrita in camera da sola era impensabile, se non altro per la tranquillità degli altri ospiti.

Ci siamo rassegnate a prendere l’auto e raggiungere il centro abitato più vicino (da notare che non era Varazze!) abbiamo perlustrato le spiagge in lungo e in largo, ma in ogni lido, e ogni 5 metri, c’era il cartello di divieto di accesso ai cani. Dopo ore di ricerche abbiamo saputo che l’unica spiaggia dove poter portare un cane si trovava ad Albissola Marina, a circa 20 km da lì. Ci siamo rassegnate e abbiamo sfidato la sorte (e la legge) decidendo di accamparci comunque in una caletta deserta, sporca e con i tipici sassi al posto della sabbia, con la nostra Kelly, che poverina, si è messa sotto una sdraio decrepita abbandonata da qualche turista esasperato, e non si è mossa per ore.

Il giorno dopo abbiamo deciso di levare subito le tende e recarci ad Albissola. Scopriamo una ridente località, sicuramente più accogliente di quelle viste nei giorni precedenti! Dopo avere chiesto qualche informazione abbiamo appurato che la spiaggia attrezzata per cani era l’ultima del litorale. Il Bau bau Village. Ci arriviamo, fortunatamente c’è anche un bel parcheggio, e appena entriamo nello stabilimento… strabuzziamo gli occhi dalla meraviglia! Un bel recinto ampio e ombroso pieno di giochi e percorsi a ostacoli, ciotole di acqua fresca e cibo con qualche cane che si riposava beato. Cabine e cucce, ognuna con la sua bella ciotola e perfino le docce a misura di cane! Abbiamo pagato una cifra irrisoria per 4 sdraio e ombrelloni e quando siamo arrivati sulla spiaggia siamo rimaste estasiate… Sabbia finissima, enormi ombrelloni di paglia, sdraio comodissime, ogni postazione con la catenella per agganciare i cani (onde evitare litigi per il territorio!) ciotole per l’acqua, bidoni e palette per raccogliere i bisogni dei nostri amici. I cani potevano stare liberi sul bagnasciuga, ed era un piacere vederli correre felici, rincorrere le loro palline (che portavano a chiunque si trovasse nei paraggi per farsele lanciare!) tuffarsi in acqua e poi rotolarsi nella sabbia… E anche sulla spiaggia non mancava la doccia, per noi umani e per i nostri animali!

Mare bellissimo, spiaggia fantastica, e attrezzatissima, tutto pulitissimo, in ordine e organizzato, prezzi accessibili, personale attento e simpatico… Noi non vediamo l’ora di tornarci, e stavolta porterò anche il mio cagnolotto.

Ah, Albissola Marina si trova in provincia di Savona, sulla riviera ligure di Ponente!

  • antm liguria

    Occhio ai bagni Bau Bau Village (Albisola) alleggeriscono il portafogli
    Se avete un amico leccoso quadrupede e pensate bene di portarlo a sguazzare nel mare di Liguria scegliete con molta saggezza la meta delle vostre vacanze.
    Dal momento che le ferie al mare per i nostri amici a 4 zampe son già costose di per sè e non è gradevole essere alleggeriti oltremodo, ponete molta attenzione se deciderete che la vostra meta sarà Albisola Mare; segnatamente i Bagni Bagni “BAU BAU VILLAGE”.
    Corre insistente voce che mentre gli sfigati turisti si appropinguano alla battigia per rinfrescarsi le piotte con i loro affezionati amici pelosi, ignote e maldestre mani provvedono ad alleggerire i portafogli lasciati nelle gabine spogliatoio dai malcapitati foresti.
    E se cadete nella trappola dei ladruncoli estivi non dite poi che non siete stati avvertiti.

  • antm liguria

    Dall’articolo del Secolo XIX del 10 agosto 2003:

    ALBISSOLA Una ricevuta bancaria tradisce il “topo” di cabina

    Albissola MarinaUna giornata in una spiaggia tutta particolare, forse l’unica in Liguria dedicata ai cani. Con un giallo che spetterà ai carabinieri risolvere. Domenica scorsa Pietro A., genovese, aveva invitato un amico, Sergio A., commerciante di Orbassano, e la moglie al Bau Bau Village di Albissola. «Abbiamo lasciato le borse in cabina – racconta Pietro A. – Quando siamo tornati abbiamo la cabina era aperta e ci siamo accorti che erano spariti un cellulare, 1.500 euro e una radio». A quel punto non restava che chiamare i carabinieri e sporgere denuncia. Ma poi, quando i quattro amici hanno preso la borsa con i panini e le bibite, ecco il colpo di scena. Dalla borsa è spuntata una ricevuta bancaria intestata a V. C. G., dipendente dello stabilimento, di nazionalità bulgara. Come sia finita lìè un mistero. I derubati hanno accusato subito il dipendente, richiamando i carabinieri. I gestori hanno alzato un muro a sua difesa. La titolare dello stabilimento, Elisabetta Dall’Orto, è pronta a mettere la mano sul fuoco in difesa del suo dipendente: «Sono 17 anni che faccio questo lavoro – commenta – in tutti gli stabilimenti balneari possono accadere piccoli furti. Ma sono sicura che il ragazzo non ha assolutamente rubato. Non so per quale ragione queste persone vogliano sminuire l’immagine dello stabilimento. Non so cosa ci sia dietro, ma ho paura. Pensi che ora dormo in spiaggia».

    Link correlati:

    Articolo SECOLO XIX 10/8/2003

    http://edicola.ilsecoloxix.ilsole24ore.com/secolo_NotiziaArchivio.asp?idnotizia=100401&idcategoria=592&giorno=10&mese=8&anno=2003

  • Roxy

    A parte che l’articolo citato da “antm liguria” risale al 2003, credo che i furti sulle spiagge e nelle cabine avvengano da sempre un po’ ovunque, ma ovviamente, quando succede in una spiaggia “particolare” fa più notizia… Certo che lasciare in cabina 1500 euro è proprio da incoscienti!

  • giorgio

    lasciare 1500 euro sara anche da incoscienti ma per un dipendente di uno stabilimento balneare rubare e da stronzi.

    non c’e nulla di peggio che rubare ai propri clienti (così si ruba 2 volte)

  • anca spanache

    se rubare e da stronzi allora andare in spiaggia con 1500 euro e da imbecilli!!! e poteva capitare ovunque, non solo al bau bau village!!!!!