Pasqua 2014, al chiuso

0
82

Pasqua 2014 – Cattive notizie per chi pensa di passare Pasqua o Pasquetta fuori porta, le previsioni danno poche speranze, la pioggia si farà vedere, come del resto anche nei giorni precedenti.

Domenica di Pasqua la pioggia interesserà il nord e il centro Italia, colpendo specialmente il Piemonte, Val d’Aosta e Ponente Ligure; verso sera la pioggia si estenderà al resto d’Italia. Lunedì pioggia su tutta l’Italia.
A questo punto è meglio non rischiare, o si resta a casa o si approfitta per visitare qualche museo. Difatti nelle giornate di Pasqua e Pasquetta oltre 100 musei italiani resteranno aperti, prolungando gli orari di apertura fino alle 23.00. Quindi potete pranzare a casa o in ristorante e dopo andare a visitare qualche museo.La lista completa dei musei aperti per Pasqua la trovate sul sito del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (www.beniculturali.it), ma noi vi abbiamo preparato una selezione.

  • Roma: Vittoriano, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Galleria Borghese, Palazzo Barberini, Castel S. Angelo, Pantheon, Palazzo Altemps, Domus Aurea, Palazzo Massimo, Colosseo (fino alle 19.00).
  • Tivoli: Villa Adriana, Villa d’Este (fino alle 19.00).
  • Palestrina: Museo Archeologico Nazionale.
  • Torino: Museo Egizio, Palazzo Reale, Galleria Sabauda.
  • Milano: Cenacolo Vinciniano, Pinacoteca di Brera.
  • Venezia: Gallerie dell’Accademia, Museo Archeologico.
  • Napoli: Certosa di S. Lorenzo.
  • Firenze: Galleria degli Uffizi, Galleria dell’Accademia, Galleria Palatina, Museo Archeologico, Giardino dei Boboli (fino alle 19.00), Museo di S. Marco.

Avete già prenotato un ristorante per mangiare? La cucina italiana è sempre molto amata in tutto il mondo e quindi vi consigliamo di sbrigarvi a prenotare. Altrimenti potete sempre pranzare a casa con la famiglia.

Qualche idea culinaria da preparare a casa? L’Aspic Pasquale, un piatto freddo a base di brodo e gelatina e la Crescia Pasqualina delle Marche, una torta salata che la tradizione vuole sia mangiata a Pasqua con le uova sode benedette e con un buon bicchiere di vino Verdicchio dei Castelli di Jesi.