I taralli pugliesi

0
94

I Taralli sono  gustosi anelli di pasta cotti in forno di origine pugliese, ma prodotti anche in altre regioni come Campania, Calabria, Lazio e Molise. A seconda della zona di produzione, i taralli assumono diverse varianti, per dimensione, consistenza e sapore. Vengono aromatizzati con olio d’oliva, vino bianco, semi di finocchio, peperoncino, pepe, cipolla…

Croccanti e friabili, sono conosciuti in tutto il mondo e possono sostituire il pane durante i pasti e costituiscono uno spuntino ideale  o un ottimo stuzzichino da aperitivo.

Ecco la ricetta per prepararli a casa:


Ingredienti:

  • 1 kg di farina 00
  • 200 gr di olio di oliva extra vergine
  • 10 gr di sale fino
  • 10 gr di semi di finocchio
  • vino bianco quanto basta

Preparazione:
Impastare la farina con l’ olio fino ad ottenere un impasto omogeneo.  Aggiungere il sale e i semi di finocchio o gli aromi che preferite. Dopo aver amalgamato bene, versare il vino bianco fino a formare un impasto solido, ma non molto duro, che non si attacchi alla spianatoia. Lavorarlo con le mani per circa 15 minuti fino ad avere una massa morbida e liscia.

Spezzare dei pezzetti di pasta  e allungarla con le mani, fino ad ottenere dei cilindri di circa 5 cm di diametro, e formare un anello unendo le due estremità con una lieve pressione.

Portare ad ebollizione 2 litri di acqua e immergetevi i taralli un po’ per volta. Quando salgono a galla tirarli fuori dalla pentola e poggiateli su un canovaccio.
Sistemateli in una teglia ed infornateli a 180° per 30 minuti circa, se volete spennellateli prima con olio o tuorlo d’uovo.