Civita di Bagnoregio, la città che muore

0
142

Si ha nettamente l’impressione di tornare indietro nel tempo visitando questo piccolo meraviglioso borgo, raggiungibile solo a piedi attraverso  un lungo e stretto ponte che la collega al resto del mondo.

Civita di Bagnoregio, la “Città che muore“, ormai da tempo così chiamata a causa dei lenti e continui franamenti delle pareti di tufo e della conseguente fuga della popolazione nel corso degli anni, racchiude una manciata di case medioevali e una ventina di abitanti.

Appoggiata dolcemente sulla vetta di un colle, si erge come un’isola surreale di tufo rosso nel mare dei calanchi di argilla bianca e offre uno scenario incomparabile sull’immensa vallata sottostante

E’ situata a circa 1 Km da Bagnoregio, (VT) da dove bisogna passare per arrivare al borgo, ed è visitabile sempre e gratuitamente.


Dalla Rupe orientale di Civita di Bagnoregio si può ammirare lo stupendo spettacolo dei “Ponticelli“: enormi muraglioni naturali in argilla, ultima traccia di un processo erosivo iniziato migliaia di anni fa e non ancora cessato.

A Civita non tutto è spento: sono funzionanti Bar, Bed and Breakfast, trattorie e ristoranti a servizio dei turisti.

Info: www.civitadibagnoregio.it