Arcumeggia e i “Paesi dipinti” della provincia di Varese

0
91

Il territorio della provincia di Varese è poco conosciuto, ma vale senz’altro la pena di scoprirlo! Bellissime valli panoramiche sui laghi e le montagne circostanti, vegetazioni lussureggianti ricche di colori e il sorprendente patrimonio artistico e architettonico offrono scenari suggestivi che difficilmente dimenticherete.

In questo articolo segnaliamo dei piccoli capolavori di arte e natura che sono i cosiddetti “Paesi dipinti“, e cioè Arcumeggia, Brunello, Dumenza, Induno Olona, Marchirolo e San Fermo di Varese.

Arcumeggia è un piccolo borgo del comune di Casalzuigno, nella Valcuvia, noto anche come “Galleria all’aperto dell’Affresco”, poiché nel 1956 vi si svolse una manifestazione per la realizzazione di affreschi sulle mura esterne delle case da parte dei maggiori pittori italiani dell’epoca, come Salvini, Carpi, Usellini, Ferrazzi, Saetti, Treccani, De Amicis, Monachesi, Dova, Funi, Brancaccio… che dipinsero scene religiose e di vita quotidiana. Nel 1957 venne creta la “Casa del Pittore”, che ospitava gli  artisti che lavoravano nel paese.


Inoltrandosi per le vie del paese si incontra un ambiente rurale che unisce tradizione e modernità. La “Via degli Allievi” è caratterizzata dalle opere degli allievi delle Accademie d’Arte, dipinti in occasione dei “Corsi Estivi Internazionali di Affresco” organizzati ad Arcumeggia dall’Accademia di Brera, in collaborazione con le più prestigiose Accademie d’Arte europee.

Non esitate a visitare questo e gli altri piccoli centri che, grazie all’intervento oculato e sapiente dell’uomo, continuano a vivere intatti generando stupore in chiunque decida di andare alla loro scoperta.