Santa Teresa di Gallura

0
102

Situata sulla punta più settentrionale della Sardegna, incastonata tra le rocce granitiche dalle forme più strane e affacciata sulle Bocche di Bonifacio, Santa Teresa di Gallura è meta ideale per la tarda primavera o la fine dell’estate, per il suo clima favorevole.

Sulla cima del promontorio circostante si trova la Torre di Longosardo, che domina naviganti e visitatori dal XV secolo, offrendo una suggestiva vista sulla Corsica.


Santa Teresa fu fondata nel 1808 da Vittorio Emanuele I sul modello geometrico di Torino, e il nome deriva da quello della moglie del re, Maria Teresa. Il cuore della cittadina è Piazza Vittorio Emanuele I, con negozi, bar e ristoranti dove gustare i gli gnocchetti sardi (malloreddus) oltre a squisiti piatti a base di pesce, accompagnati dal buon vino bianco fermentino di Gallura.

Da visitare nei dintorni anche il Promontorio di Capo Testa, una distesa di rocce dalle forme più strane dove si trova anche l’ottocentesco faro bianco, e le Tombe dei Giganti, situati a Palau e Arzachena, imponenti lastre in pietra di epoca preistorica, che per le loro enormi dimensioni vennero considerate dalla fantasia popolare lapidi di giganti.