Parliamo dell'ospitalità ligure... | Italiaviaggi.biz

Parliamo dell’ospitalità ligure…

Previous Next
Home » Italia da scoprire » Diario di Viaggio » Parliamo dell’ospitalità ligure…

Pubblicato da Ely83 il 30 dicembre 2011 4 Commenti


Allora, racconto la mia esperienza di una breve vacanza in Liguria, precisamente a (GE). Eravamo 4 amiche, e dopo una marea di telefonate e spulciate sui vari siti di alberghi e vacanze, abbiamo optato per un Hotel a Cavi. Ho chiamato personalmente, e ho avuto l’impressione di parlare con un uomo che si trovasse lì per caso,sicuramente controvoglia, con il tono da “miii che scassamento di maroni, ma proprio in questo albergo dovete venire? Non potete cercarvene un altro?“. Infatti dopo avere parlato con quest’ameba, ho cercato altrove, ma alla fine questo era il più conveniente, a tre stelle, e soprattutto con un GARAGE SOTTERRANEO a disposizione dei clienti. (Ricordatevi bene il garage sotterraneo!!).

Bene, arriva il momento di partire, e arriviamo a Cavi entusiaste. Arrivate all’albergo (meglio non menzionare il nome) cerchiamo il garage sotterraneo, la freccia indica a sinistra ma non lo troviamo… Saliamo nella hole e chiediamo informazioni. Riconosco subito dall’entusiasmo, dalla vitalità di un bradipo e dalla gentilezza il tipo con cui avevo parlato al telefono… da questo momento soprannominato Mr Toupet per il suo terribile parrucchino color paglia. Ci dice che è tutto pieno perchè è domenica e ci sono i parenti dei clienti (???) e di arrangiarci a trovare un posto in giro per il paese. Ovviamente, di domenica mattina, era pieeeeeno di parcheggi che ci aspettavano! Abbiamo avuto la fortuna di trovare una signora anziana che abitava in un condominio e ci ha lasciato il suo per un prezzo simbolico.

Quando siamo tornate all’Hotel abbiamo cercato questo parcheggio sotterraneo per vedere effettivamente se fosse pieno, ma non riuscivamo a trovarlo… finchè abbiamo capito che il garage, ben menzionato anche nel sito dell’hotel come specchietto per le allodole, era un buco di 4 mt per 3, un classico box insomma, accanto all’albergo! Allora, già qua uno potrebbe incavolarsi, perchè se ho scelto quell’hotel è anche perchè non devo sbattermi a cercare parcheggio in giro e spendere soldi per posteggiare! Allora il Mr Toupet era tenuto a pagarcelo lui il parcheggio!

Glie lo abbiamo fatto gentilmente notare, che il garage sotterraneo non era esattamente tale, ma insisteva che c’erano i parenti dei clienti e che poi si sarebbe liberato. Sempre con l’aria da “toglietevi dalle palle ma perchè la gente ha scelto di venire in questo Hotel...?”. Non abbiamo mai visto un sorriso, nè sentito un buongiorno. La gentilezza di Mr Toupet l’abbiamo ritrovata ovunque: al supermercato, allo stabilimento balneare dove, siccome il proprietario era anche il bagnino, non poteva muoversi dalla sua postazione e quindi eravamo costrette ad andarci  a prendere noi sdraio e lettini, col bagnino che ci urlava “Noo quelle, prendete quelle dalla parte oppostaaa! Ma nooo, riportatele indietro, prendete le altreee, no ragazze, facciamo che vi mettete dall’altra parte che di là ci sono gli ospiti fissiiii!“. Passavamo un’ora a trasportare sdraio e lettini da una parte all’altra della spiaggia prima di poterci rilassare sotto l’ombrellone! P.S.: avremmo anche optato per la spiaggia libera,  ma era talmente piccola che ci stavano solo 4 ombrelloni e una decina di asciugamani uno sull’altro, a dir tanto!

Anche a Rapallo, dove abbiamo deciso di recarci una sera, abbiamo ritrovato la stessa magnifica ospitalità, il sorriso e la gentilezza dei ristoratori liguri! A cena in un ristorante, abbiamo ordinato i nostri piatti, e in un secondo momento anche il vino. E il cameriere: “Si e poi? Già che ci siete volete ordinare anche qualcos’altro la prossima volta che torno?“. Davanti alle nostre facce allibite e al nostro silenzio ha poi detto un poco convinto “Scherzavo…“. Scherzava una cippa!

Insomma, la vacanza è stata bella comunque perchè la compagnia era fantastica, il mare tutto sommato era bello e pulito (a parte i bambini chiassosi che attentavano alla nostra vita con tavolette e tuffi carpiati a un cm dal nostro naso… a proposito: subito una petizione per avere una spiaggia vietata ai bambini in ogni località turistica! Eccheccavolo, gli animali che non danno fastidio a nessuno non sono ammessi da nessuna parte e i bambini sfrangimaroni possono stare dappertutto???)….

Però siamo rimaste davvero basite per la pessima ospitalità ligure! Tutti, albergatori, ristoratori, negozianti, sembravano infastiditi dalla presenza di turisti, ci trattavano come se ci stessero facendo un favore, con l’aria di non vedere l’ora di vederci andare via… Ma allora, se vi dà tanto fastidio avere a che fare con la gente, cambiate lavoro, no? L’unica persona carina e disponibile era Debora, del bar dove facevamo colazione e anche pranzo. Andavamo sempre lì, solo perchè c’era lei, almeno per vedere un sorriso durante la giornata…

Roccaporena, la suggestione di Santa Rita
Una gita fuori programma all'Eremo delle Carceri
Un tesoro di…vino scoperto a Pollenzo
La nostra escursione in Gallura… interrotta!
Alba, la città delle cento torri e del tartufo bianco
Una gita scolastica a Saluzzo

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Parliamo dell’ospitalità ligure… - 30/12/2011 - Ely83
  • Vagabondo_nel_web

    Hai perfettamente ragione, abbiamo notato anche noi che la gentilezza e l’ospitalità non sono caratteristiche dei liguri… Tranne qualche rara eccezione. Infatti, dopo l’esperienza dello scorso anno, quest’estate abbiamo deciso di andare in Romagna…
    E’ un po’ come quei negozi dove ci sono le commesse antipatiche, la prossima volta non ci vai più e preferisci magari andare a comprare dove ti accolgono con educazione e un po’ di allegria!

  • xxzia

    Metteteti dei panni dei liguri… in estate la macchina non si può toccare perche trovare un parcheggio è una chimera. I paesi triplicano la popolazione, senti ovunque persone che urlano e strepitano, pretendono tutto e subito, non si riesce a viaggiare in treno, per la troppa gente che c’è, le coste sono state devastate dalle seconde case di milanesi e torinesi, tutti si lamentano di tutto… provate voi a VIVERE in un luogo turistico

  • diguard

    guarda, io sono ligure, vivo in liguria da sempre… ed è così. La cortesia non è di casa, al di là delle tue osservazioni che sono riscontrabili in qualsiasi posto costiero… quindi non ci sono attenuanti, sembra davvero che i commercianti e ristoratori ti facciano dei gran piaceri a servirti.

  • Raffaele

    mi spiace per la brutta esperienza avete beccatto il peggio del peggio, magari la prossima volta provate a non pensare troppo alla convenienza tanto in liguria è tutto caro, e se mr toupet non vi aveva fatto una buona impressione da subito……
    La prossima volta venite dove lavoro io, che sono super gentile e mi piace viziare i clienti, non posso fare nomi, ma se avete fortuna ci troverete ….. ciauuuuuuuuz