Il Cristo degli Abbissi

0
93

Se vi piace il turismo religioso e le immersioni, potete fare le due cose contemporaneamente in Toscana, per ammirare Il Cristo degli Abissi, una statua di bronzo che dal 29 agosto 1954 si trova sul fondale della baia San Fruttuoso (tra Camogli e Portofino, dento dell’Area Naturale Marina Protetta Portofino), a 15 metri di profondità, quindi un’immersione abbastanza facile, certo, per chi le sa fare.

Questa opera di arte subacquea fu un idea del subacqueo Duilio Marcante, idea nata in seguito alla morte di Dario Gonzatti durante un’immersione nel 1947, e quindi la statua è a lui dedicata, come testimonia una targa sul basamento. La statua è stata realizzata dallo scultore Guido Galletti, è alta circa 2,50 metri e venne collocata in fondo al mare grazie alla Marina Militare Italiana e a molti subacquei; le braccia del Cristo sono rivolte verso l’alto, ovvero verso Dio che è in cielo e sono aperte in segno di pace, il volto pure guarda in alto. La particolarità di questa statua, oltre al fatto di trovarsi in fondo al mare, è dovuta al fatto che è stata costruita con bronzo ottenuto da medaglie fuse, campane e elementi navali (pure alcune eliche di sommergibili americani donati dall’U.S. Navy).

Quindi amanti delle immersioni, non potete non fare questa stupenda avventura nel litorale ligure, dove la statua del Cristo degli Abissi è diventata il simbolo della passione delle immersioni e del mare. Come vi dicevo, si trova a 15 metri di profondità, e quindi è un’immersione abbastanza facile, ma siccome ci si trova dentro dell’Area Naturale Marina Protetta Portofino, l’immersione richiede la presenza degli accompagnatori iscritti alla Regione Liguria.

La statua del Cristo degli Abissi e le sue coppie: Una coppia di questa statua si trova nella chiesa di San Fruttuoso. L’originale in gesso si trova nel Museo Nazionale delle Attività Subacquee, a Marina di Ravenna. Un’altra coppia si trova in Florida, a Key Largo, ed è stata offerta da Egidio Cressi agli sportivi degli Stati Uniti. Poi abbiamo un’altra coppia situata nel lago Palù, in Val Malenco. E ancora un’altra, anche se un po’ più piccola e posta sulla terra ferma, si trova sulla banchina del porto di St. Geroge’s (capitale dell’isola caraibica di Grenada), questa è stata donata dalla compagnia di navigazione “famiglia Costa” di Genova.

Insomma, che questa statua piace proprio e in molti vogliono averne una. Bisognerà andare a vederla.